“LA DONNA CHE CANTA” ( Incendies) di Denis Villanueve (2010)

La-donna-che-canta-gall1La storia comincia quando il notaio Lebel legge a Jeanne e Simon Marwan il testamento della loro madre Nawal , una normalissima segretaria. I suoi figli, gemelli, restano scioccati nel vedersi porgere due buste, una destinata ad un padre che credevano morto e l’altra ad un fratello di cui ignoravano l’esistenza. Jeanne decide di partire subito per il Medio Oriente per riesumare il passato di questa famiglia di cui non sa quasi nulla. Simon, per quanto lo riguarda, non ha bisogno dei capricci postumi di quella madre che è sempre stata lontana e avara di affetto, ma il suo amore per la sorella lo spingerà presto a unirsi a Jeanne per setacciare insieme la terra dei loro antenati sulle tracce di una Nawal ben lontana dalla madre che conoscevano. donnacantaSpalleggiati dal notaio Lebel, i gemelli risalgono il filo della storia di colei che ha dato loro la vita, scoprendo un destino tragico marchiato a fuoco dalla guerra e dall’odio e il coraggio di una donna eccezionale. Adattamento dell’opera di successo di Wajdi Mouawad,  sua è anche la sceneggiatura del film, Incendies (Incendi) è una travolgente ricerca iniziatica che coniuga l’orrore della guerra, in questo caso della guerra del Libano, al singolare femminile, rivelando con forza una poesia d’eredità indelebile volta a spezzare il ciclo della violenza di fronte al potere della resilienza che è nell’amore. “La donna che canta”, film del 2010 diretto da Denis Villeneuve, riceve la nomination come miglior film straniero ai premi Oscar 2011, vince il Mouse d’Argento al festival di Venezia 2010 e come Miglior Film il festival di Toronto 2011. 113757131-60bfacc7-5afd-40f8-bc25-32ceaed83003Gli attori: Lubna AzabalMélissa Désormeaux-PoulinMaxim GaudetteRémy GirardAbdelghafour ElaazizAllen AltmanMohamed MajdBaya Belal, sono stati scelti nei due paesi in cui si svolge il film, ossia il Libano e il Canada. Questo è il quarto film del regista Denis Villanueve, che ci vuole raccontare, in modo assolutamente originale, quello scenario di attualità e violenza che è la guerra in Palestina. Villeneuve ama le storie complesse come questo testo teatrale dove la narrazione s’intreccia addirittura con la matematica nell’incredibile vita di una donna palestinese, nel suo strazio di madre di guerra, dove, allo stesso tempo, esprime tutto l’amore che si può avere nei confronti della stessa terra come solo una madre può provare. Il testo teatrale «Incendi» è del regista-drammaturgo, ma anche autore e attore teatrale originario del Libano, canadese d’adozione,( nasce nel 1968, allo scoppio della guerra civile), Wajdi Mouawad che ci propone una tragedia moderna facendo rivivere il mito greco di Edipo, ma anche “gli incendi”, il fuoco della guerra, il fuoco del cuore dell’uomo e racconta tutti i conflitti civili in cui le vittime e i carnefici parlano la stessa lingua e hanno la stessa faccia.la-donna-che-ca-che-canta-L-lkj-kK Lo spettacolo è parte del ciclo di «Le sang des promesses» dello stesso regista, che ha come obbiettivo la  ricerca epica di chi riesce a entrare in possesso della chiave del proprio destino con cui imparerà a decifrare il passato e futuro e il fuoco dell’incendio riuscirà, con viaggio lungo e doloroso, a purificare persino la sostanza dell’odio che è nel mondo. (chiara novelli)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...