A ritroso da Scorsese a Rossellini/Bergman

bergmanrossell

(marino demata) Questa settimana sta trascorrendo per noi all’insegna del grande documentario di Martin Scorsese “Il mio viaggio in Italia”, di cui chi ci segue ha potuto vedere circa 55 minuti delle complessive 4 ore di lunghezza dell’opera, che abbiamo offerto sia nell’edizione italiana che in originale.
Il discorso di Scorsese ci riporta diritti nel cuore di quel grande e innovativo movimento culturale e cinematografico che caratterizzo’ il dopoguerra in italia, il neo-realismo e di chi ne e’ stato il massimo interprete, Roberto Rossellini.bergmanross

A partire dal 1948 la sua musa, capace di dare sostanza e arte ai suoi protagonisti femminili, e’ stata Ingrid Bergman, che un giorno si presento’ a Rossellini facendogli pervenire questo ormai famoso messaggio:

« Caro Signor Rossellini,

ho visto i suoi film Roma città aperta e Paisà e li ho apprezzati moltissimo. Se ha bisogno di un’attrice svedese che parla inglese molto bene, che non ha dimenticato il suo tedesco, non si fa quasi capire in francese, e in italiano sa dire solo ‘ti amo’, sono pronta a venire in Italia per lavorare con lei.

Ingrid Bergman »

Nasce cosi’ un sodalizio artistico e sentimentale tra i piu’ importanti della cultura italiana.IngridBergmanconRosselliniVenezia19501sc292

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...