“Il porto delle nebbie (FR 1938) di M. Carne’

 

 

Marcel Carne’  e’ un  regista che ha realizzato splendidi film: mi riferisco soprattutto a quelli diretti tra gli anni 30 e 40, alla cui categoria appartiene questo notevole – anche se molto discusso “Le quai de brume”.  sì, dicusso, malgrado la indubbia bellezza di un film soprattutto carico di atmosfere inimitabili: si pensi che un mostro sacro del cinema come Renoir lo ha definito un film “fascista”, sucitando le ire dell’antifascita autore della sceneggiatura Jacque Prevert e aprendo di fatto una ampia dicussione che proeguira’ in seguito al’interno della Nouvelle Vague.

Sceneggiato dal poeta Jacque Prevert e tratto dal romanzo  Les Quai des brumes (1927) di Pierre Mac Orlan, e’ un film di atmosfera,  “E’ il un film del sodalizio Prévert-Carné-Gabin. E il primo in cui si fissa, con icastico risalto, l’universo figurativo di Carné e in cui si configura il suo lirico pessimismo, il senso implacabile del fato….Il suo carattere mitico è fuori discussione: gli occhi chiari sotto il basco della Morgan, gli schiaffi di Gabin a Brasseur, i quais poetici del porto, la musica liturgica dell’ignobile Zabel, i paesaggi grigi di vento, l’alba triste sul mare.” (dalla Recensione di Repubblica). 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...