“I diabolici” (FR 1955) di H. G. Cluzot – Mercoledì 29 luglio ore 21.00 a FI Giardino del Cenacolo via San Salvi, 14r

I diabolici

(luciano nocentini) Henri George Clouzot (1909 – 1977) appartiene a quel ristretto manipolo di registi che sanno, o hanno saputo, pensare per immagini. Il cinema di Clouzot è asciutto, vigoroso e privo di formalismi fini a se stessi, un cinema che tende a mostrare con precisione ambienti, fatti, personaggi ed atmosfere e che si insinua con inquietudine fra i recessi che regolano i rapporti umani.

Questa visione pessimista e cupa della società francese, ipocrita ed egoista, magistralmente rappresentata ne Il Corvo del 1943, costò i diabolici 4(ingiustamente) a Clouzot l’accusa di collaborazionismo con il governo di Vichy e la conseguente emarginazione dall’industria cinematografica fino al 1947, anno in cui ritornò alla regia con Legittima difesa.

La visione pessimistica della vita e della ferocia che può nascondersi nell’animo umano, fu ripresa da Clozout in I Diabolici del 1955 tratto dal romanzo di Pierre Boileau e Thomas Narcejac, un film che si pone come uno dei primi grandi esempi di cinema thriller e nel quale la totale assenza della musica contribuisce ad aumentare il clima di tensione: la musica è presente solo nei titoli di testa e in quelli di coda e la suspense che Clouzot riesce a creare è sostenuta dalla potenza immaginativa delle inquadrature e dall’abile montaggio ad effetto che consente a Clouzot di narrare scorrevole e chiaro una storia non facile e complicata:

Michel Delassalle (Paul Meurisse) dirige in modo autoritario il collegio per ragazzi che ha fondato alla periferia di Parigi con i soldi della moglie Cristina (Véra Clouzot), malata di cuore e tiranneggiata dal marito. L’amica Nicole (Simone Signoret), amante di Michel la convince Cristina che l’unico modo per liberarsi entrambe della violenza dell’uomo è di ucciderlo.I diabolici 2

Durante la chiusura del collegio per un weekend lungo, le due donne attirano Michel nella città natale di Nicole, per annegarlo e riportarne poi il cadavere al collegio per farlo ritrovare nella piscina. Ma il corpo di Michel sparisce…

Del capolavoro di Clouzot furono fatti diversi remake: nel 1974 una versione americana intitolata Reflections of Murder, venne prodotta e trasmessa dalla ABC-TV con Tuesday Weld, Joan Hackett e Sam Waterson; nel 1993, venne prodotto un altro tv movie questa volta intitolato House of Secrets, con la partecipazione di Melissa Gilbert, e nel 1996,il film fu infine oggetto di un remake vero e proprio intitolato Diabolique, diretto da Jeremiah Chechik, con Sharon Stone e Isabelle Adjani nel ruolo delle due protagoniste, ,  come marito del personaggio della Adjani, e Kathy Bates nei panni della detective.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...