Memorie di un viaggiatore (IT 2015) di A. Romagnoli- Recensione e trailer

(marino demata) Memorie di un viaggiatore è un cortometraggio diretto da Antonio Romagnoli, di cui il protagonista è Saverio (l’ottimo Saverio La Ruina), il viaggiatore del titolo del film. Lo ritroviamo infatti, fin dalla prima scena, così come nell’ultima, intento a fare l’autostop. Dov’è diretto Saverio? In nessun luogo preciso: fine per lui, nel duplice senso di finalità e di destinazione/destino è semplicemente viaggiare, andare in giro. Non sembra interessato ad altro. Neppure le persone che lo raccolgono gli interessano molto. Poche parole da scambiare e poi, come lui stesso ammette, rivolgersi verso il finestrino a guardare il paesaggio o forse a guardare il nulla. Il film ci offre due esempi di occasionali incontri nati da passaggi ricevuti. Un uomo anziano, Luca (interpretato da un sempre bravo Alessandro Haber), che ha voglia di parlare, ma non trova grande riscontro e interessi in ciò che dice da parte di Saverio. E poi Maria Chiara (Valentina Picello), una ragazza appena laureata, anche lei decisa ad andarsene in giro, ma, al contrario di Saverio, con la sua auto. Con Maria Chiara Saverio riesce ad intessere un dialogo e perfino a rivelare un piccolo spaccato della sua vita, come la stessa Maria Chiara ipotizzava: una relazione importante con una donna e la successiva profonda delusione. E’ tutto quello che riusciamo a sapere di lui. E’ poco, ma è certamente significativo, anche se non è dato allo spettatore sapere se questa è la causa della sua scelta di vivere viaggiando, o è solo uno dei tanti episodi significativi della sua vita. Ma dopotutto la cosa non ha moltissima importanza. La verità è che il luogo dove Saverio vuole arrivare è un luogo sospeso,che è ovunque e in nessun posto. E il tempo che lui impiega viaggiando è un tempo sospeso, non scandito da nulla, senza ore e senza stagioni. L’uomo senza tempo e senza luogo sembra non abbia nulla da trovare. In realtà forse troverà un giorno e da qualche parte se stesso, e il se stesso potrebbe essere una importante scoperta.
Può sembrare strano, ma a noi questo piccolo film ha ricordato alcuni grandi film western e ci siamo chiesti se per caso non sia proprio il genere western quello a cui si è ispirato il già bravo regista. O si tratti invece di un accostamento non voluto, magari inconscio. Ricordiamo in particolare “Il cavaliere della valle solitaria” (”Shane”), bellissimo e insolito western di George Stevens (sei nomination all’Oscar!), ove il protagonista (Alan Ladd) arriva sul suo cavallo nella vallata ove si svolge il film, provenendo non si sa da dove e diretto non si sa dove e perché. Nelle sue corde è solo il viaggiare. Tutto il resto è intuibile in parte, ma non conosciuto dallo spettatore! Anche lui è un viaggiatore senza luogo e senza tempo, che, sanate alcune ingiustizie sul suo camino, riprende a viaggiare senza una meta ben precisa.
“Memorie di un viaggiatore”, oltre che essere ben fatto tecnicamente, con disinvolti movimenti di camera a mano e con luci naturali che ben avvolgono il paesaggio meridionale, risulta molto intrigante per il suo svolgimento e per gli interrogativi che lascia allo spettatore, unico deputato a dare risposte, a dare un senso a tutto ciò che il film non dice. E quando il cinema riesce a coinvolgere lo spettatore e a suscitare interrogativi e tentativi di risposta è certamente buon cinema. E’ sicuramente il vero cinema, di cui abbiamo bisogno qui da noi, circondati come siamo da film meno che mediocri, dai quali passano verso lo spettatore solo messaggi falsamente rassicuranti. Quei messaggi che per fortuna Antonio Romagnoli, il regista di “memorie di un viaggiatore, non ha alcuna intenzione di trasmetterci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...