OMAGGIO A PIERRE CLEMENTI

pierre-clementi-theredlist

(Stefano Celestri)  Scorrendo l’elenco delle vittime del proibizionismo si propone una verità diversa da quella istituzionale. Tra le vittime la più illustre fu l’attore francese Pierre Clementi, arrestato a Roma perché, il proprietario della casa che l’ospitava teneva in un cassetto pochi grammi di hashish. Gli inquirenti non riuscirono a dimostrare che l’attore fosse a conoscenza della presenza di hashish nell’abitazione e neppure fu chiarito se lo avesse fumato. Clementi fu condannato a 2 anni di reclusione e fu incarcerato a Regina Coeli, da cui uscì dopo 18 mesi di reclusione per insufficienza di prove, accompagnato di un foglio di via dall’Italia. Oltre a una depressione che segnò la sua carriera di attore e mise fine al suo matrimonio. Eppure in 10 anni è stato un grande protagonista del cinema europeo. Oltre che bello aveva studiato recitazione e veniva dal teatro. Nel 1962 il debutto ne «Il Gattopardo» di Visconti, nel quale era uno dei figli del principe di Salina. Fedele alle sue convinzioni, Clémenti rifiutò di partecipare a pellicole da lui ritenute non interessanti e mantenne uno stile di vita dimesso, distribuendo i suoi cachet ai clochard e vivendo in una camera affittata a poco prezzo. Dopo un periodo trascorso nei teatri d’avanguardia parigini, arriva nel 1967 il ruolo che lo consacrò. Protagonista accanto a Catherine Deneuve in «Bella di Giorno» di Buñuel. Sotto la direzione di Bertolucci girò «Partner» (1968) e «Il Conformista» (1970), mentre nel 1969 lo vollero Liliana Cavani ne «I Cannibali» e Pier Paolo Pasolini in «Porcile». Ancora Buñuel nel 1970, con cui gira da protagonista «La Via Lattea». Nel 1971 interpreta «La Vittima Designata» per la regia di Maurizio Lucidi, poi nel giugno di quell’anno fu arrestato e, anche continuando a recitare, non ebbe più occasioni per tornare sulla grande ribalta. Pierre Clementi è morto a Parigi nel 1999, a 57 anni, stroncato da un tumore.

foto di Stefano Celestri.ca

 

Commenti
Marino Demata
Scrivi un commento…
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...