Sam Mendes presiede la Giuria del Festival di Venezia 2016

Il festival si svolgerà dal 31 agosto all’11 settembre

(marino demata) La filmografia di Sam Mendes non è molto ampia: ha girato finora pochi film, anche perchè si è alternato tra cinema e teatro. Si può infatti affermare che dirigere grandi compagnie nei teatri londinesi è una delle cose che lo interessa di più. Ricordiamo ad esempio il grande successo del Riccardo III  di Shakespeare interpretato da uno straordinario Kevin Spacey, portato nel 2011 e 2012 in tournè in tutto il mondo.
Eppure, malgrado la esiguità del numero dei film girati,  desta stupore l’alta percentuale di film capaci di suscitare un veramente grande  successo di critica e di pubblico. Mendes comincia la sua carriera di regista nel 2000 con sam-mendes-American Beauty, ove lo troviamo per la prima volta dirigere Kevin Spacey.  Il film  fu un grande successo di pubblico e di critica e si aggiudicò ben 5 premi Oscar tra i quali quello di miglior regista e di miglior attore protagonista allo stesso Kevin Spacey. Nel 2002 presenta personalmente a Venezia “Era mio padre”, storia di gangster con un grande cast comprendente Paul Newman, Ton Hanks, Jude Law, Jennifer Jason Leigh, Stanley Tucci e quel Daniel Craig sarà poi l’interprete dei due film di Bond. La particolarità è che in questo film Mendes si ritaglia un piccolo ruolo, Quello della guardia del corpo del boss (Paul Newman). Il film ottenne ben 6 nomination all’Oscar.
Dopo Jarhead del 2005, sulla guerra del Golfo del 1991, dirige nel 2008 sua moglie Kate Winslet assieme a Leonardo Di Caprio (ricomponendo così la coppia di “Titanic”) nel bellissimo “Revolutionary road”, che ha raccolto riconoscimenti in vari festival, ma forse avrebbe meritato molto di più. E ancora lo troviamo dietro la macchina da presa per la significativa commedia “American life”, storia di una coppia di trentenni in viaggio in lungo e in largo per gli Stati Uniti alla ricerca del posto ideale per nascere e crescere il proprio figlio. Gli ultimi due film di Mendes sono il 23° e il 24° della serie di James Bond. Probabilmente gli unici, visto che il regista inglese ha dichiarato di non volerne girare più.
Alla notizia della nomina Mendes ha accettato con dichiarazioni di grande entusiasmo e di impegno per il lavoro che lo attende come Presidente di Giuria. Tra l’altro non sa ancora quali sono gli altri membri della Giuria che lo affiancheranno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...