III Firenze FilmCorti Festival – Un messaggio del vincitore il regista Enrico Le Pera

Riceviamo e pubblichiamo

 


ELP  INFILTRATIONS

 

Caro Stefano, Marino, Ruben e cara Giuria,

(vorrei citare i vostri nomi ad uno ad uno ma, ahimè, ho memoria cortissima e non li ritrovo sul web),

Ho aspettato qualche giorno prima di scrivervi per poter meglio raccogliere le parole dopo la bellissima giornata di mercoledì.

Vi ringrazio con tutto l’affetto per la stima e l’onore che avete voluto rendere alla mia opera e sono rimasto colpito dall’affetto, dalla competenza e dalla passione con cui avete svolto il vostro festival.

Al di là delle onorificenze, del premio artistico e in denaro ricevuti, che fanno piacere e avranno un posto d’onore nella vetrina delle mie personalita’ vanità, ciò che mi ha toccato profondamente è stato leggere la vostra motivazione e ascoltare dal vivo i vostri commenti.

È stata per me un’epifania scoprire quanto questo piccolo film sia stato capito da voi, quanto ne abbiate colto i significati più intimi e quanto ne abbiate rilevato anche aspetti che in me giacevano a uno stato inconscio e che non ero riuscito mai ad esprimere cosi chiaramente.

Non era facile, non lo avevo previsto.

Ciò conferma il fatto che un film non è mai dell’autore soltanto, respira di una sua vita, e chi lo recepisce, chi lo fruisce ne è altrettanto “creatore”.

È questo il cinema che mi piace, il cinema che si crea NELLO spettatore e non PER lo spettatore, che richiede uno sguardo attivo, interpretativo ed attivamente estetico.

Voi mi avete dimostrato che questo pubblico esiste, che c’è e che non si accontenta e che non dà nulla per scontato.

Grazie, per aver riconosciuto in LULU questa voglia di trovare una strada poco battuta.
Inoltrarsi in territori di confine è un rischio, un azzardo, si incorre in imperfezioni, in svarioni, in velleità di originalità.

Ma se questa strada viene percorsa sinceramente, con onestà, con la curiosità pura dell’esplorazione e dell’avventura, sono certo che lì si possano trovare dei significati, delle rivelazioni altrimenti inaccessibili.

Data la qualità dei film in concorso, la vostra è stata una scelta coraggiosa ma anche “poetica”.

Voi, come me, sentite che è necessario che il cinema sia questa esplorazione, questa messa in discussione di tutto, non per distruggere ma per ritrovare ciò che del cinema amiamo e sempre meno riconosciamo in ciò che si vede.

E come giuria vi siete anche assunti la responsabilità culturale di indicare questa strada.

Non vorrei dilungarmi e non vorrei scadere nella retorica, ma grazie per aver rinvigorito le mie motivazioni.

Duchamp diceva che basta un solo estimatore per giustificare un artista.

Beh, io sono fortunatissimo per averne trovato più di uno, e, per di più, del vostro spessore culturale e umano.

Con Affetto e Stima.

Enrico Le Pera

P.S.: Vi prego di tenermi al corrente di eventuali articoli stampa relativi al festival.

P.P.S.: Vi prego di ringraziare da parte mia l’artista Elena Facchini per la sua opera che ha affinità tematiche piacevolmente sorprendenti con LULU.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...