Rive Gauche – Festival – Sezione Romanzi: Premi e motivazioni

Primo premio a “Occhi di sale” di Massimo Granchi

Ecco i premiati:

Primo classificato: Massimo Granchi (Monteroni d’Arbia, SI), Occhi di sale (Palabanda Edizioni, Cagliari)
Motivazione
Siamo a Cagliari, nel difficile quartiere di Is Mirrionis. Nino, Paolo e Matteo i tre amici protagonisti di una vicenda che ne attraversa adolescenza e giovinezza giungendo alla maturità, esito di rinunce e sogni irrealizzati ma anche di consapevolezze, lealtà, forza:rivegauche_filipporomanelli-42
Il sole è alto sulla città e dona luce piena. Sono le nove. La giornata si è spalancata e ora appartiene a loro. Pensano, senza confessarlo, che potrebbero affrontare qualsiasi cosa”.
Con Occhi di sale, Massimo Granchi riesce a creare un perfetto affresco sociale, un romanzo di educazione alla vita, realizzando un’ottima prova narrativa scandita da un ritmo che tiene il lettore senza fiato fino all’ultima pagina, dominando le parole e adoperando ognuna come un poeta.

 

Secondo classificato: Giorgio Diaz (Firenze), La città della solitudine (Altrimedia Edizioni, Matera)
Motivazione
Una lunga serie di lettere d’amore, inviate da una sconosciuta all’uomo che ogni giorno ella vede camminare lungo la strada che costeggia il fiume, ci offrono il ritratto di una vita di abbandono e desideri insieme, narrata con rivegauche_filipporomanelli-37rapinosa eleganza.
La perfetta immedesimazione di Giorgio Diaz nella complessa psicologia femminile, la profonda gamma emotiva sciorinata, uniti al coinvolgente trasporto espresso, fanno de La città della solitudine un romanzo epistolare di attraente delicatezza, una storia condotta con mano esperta e capace di esplorare la forza eterna e immutabile della passione.

 

Terza classificata ex aequo: Margherita Bertella (La Spezia),  A rischio di vita (Ibiskos Editrice, Empoli)
Motivazione
A rischio di vita
può essere definito il romanzo della scoperta di sé, dove, raccontando una storia dai moderni sapori shakespeariani, Margherita  Bertella ci riconduce in quell’indimenticato tratto dell’esistenza umana che è l’adolescenza, i suoi conflitti, le difficoltà presentate da un mondo fatto di regole apparentemente inaccettabili.
Sarà Caterina, piombando all’improvviso nel  tormentato universo del protagonista Piero, a farsi insegnante “di vita” perché il suo giovane amico comprenda che la stessa è per tutti eguale rischio, da affrontarsi con tenacia e senza lasciarsi influenzare da quanti sono stati negatività di modelli, nell’irto cammino destinato all’avventura dell’età adulta. rivegauche_filipporomanelli-5

Terza classificata ex aequo: Maria Lorello (Pistoia), Verso dove? (MEF Edizioni, Firenze)
Motivazione
Un romanzo breve, carico di sentimenti descritti con una prosa semplice, silenziosa quanto l’esistenza della protagonista che vede un consapevole, e anch’esso solitario, epilogo. Eppure una parte di lei, donna di nascoste scelte, riesce ancora a vivere realizzando quasi una simbiosi tra chi compie l’ultimo dono e chi lo riceve.
La penna di Maria Lorello affronta una tematica di grande rilievo, affascinando il lettore in maniera realisticamente nuova attraverso l’intima descrizione delle emozioni di un cuore che torna a battere in un altro corpo.

Menzioni speciali e segnalazioni di merito:
– Menzione speciale “All’originalità”
Luciano Varnadi Ceriello (Sirignano, AV), Il segreto di Chopin (inedito)
E’ qui il “Notturno” più famoso a ispirare parole capaci di unirsi e farsi storia, narrata dall’autore con melodica originalità.

– Menzione speciale “Narrativa per ragazzi” Melania Soriani (Carrara), In viaggio con Amir (inedito)
In questo “racconto di formazione”, l’autrice si rivolge a un pubblico giovanissimo contraddistinguendosi per la delicatezza narrativa usata nell’affrontare un tema difficile e fortemente contemporaneo quale quello dell’immigrazione.rivegauche_filipporomanelli-6

– Menzione speciale “Letteratura Arcobaleno”
Andrerivegauche_filipporomanelli-4a Mauri (Roma), mickeymouse03 (Alter Ego Edizioni, Viterbo)
Un incontro in chat, un amore omosessuale, una storia di identità e difficili rapporti familiari capace di trascinare e conquistare.

– Menzione speciale “Letteratura giovane”
Daniela Fusco (Roma), La fata supina (La Bottega delle parole Edizioni, Napoli)
L’autrice, attraverso l’utilizzo di un linguaggio moderno che mescola leggerezza e colpi di scena, riesce a realizzare un racconto disinvolto quanto avvincente.

– Menzione speciale della giuria “Miglior giallo”
Bartolone & Messi (Torino), Il commissario Martini si arrabbia! (Edizioni Angolo Manzoni, Torino)
L’atipico commissario” ideato da Gianna Baltaro “non muore con la morte”. Viene ripreso per mano e magistralmente condotto in una nuova indagine che si rivela, ancora una volta, intrigante e coinvolgente.

rivegauche_filipporomanelli-14– Segnalazione di merito
Mirco Tondi (Firenze),  Nelle case della gente (PSE Editore, Firenze)
Un protagonista senza nome in una storia di forte impatto emotivo, esposta attraverso una tecnica narrativa insolita e sapiente.

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...