‘Ultimo tango a Parigi’, è di nuovo polemica per la scena del burro. Bertolucci risponde – Cinema – Spettacoli – Repubblica.it

In un’intervista rilasciata nel 2013 il regista del film con protagonisti Marlon Brando e Maria Schneider, ammise che la celebre scena di sodomia non era consensuale. Ma la polemica, scoppiata nuovamente sul Web, ha costretto l’artista a nuove precisazioni.
A tre anni di distanza dalla celebre intervista rilasciata a Parigi da Bernardo Bertolucci, è rivolta sui canali social. Nel 2013 il regista confessò che la famosa scena del burro di Ultimo tango a Parigi fu girata senza che la protagonista Maria Schneider ne fosse informata. Quella era una delle scene più ‘hot’ della storia del cinema – contribuì alla messa al bando della pellicola – in cui Marlon Brando sodomizza l’attrice usando il burro come lubrificante.Dall’attrice e produttrice Jessica Chastain a Rachel Wood e Chris Evans, tutti su Twitter oggi puntano il dito contro quelle immagini. In realtà, le polemiche c’erano state già al momento dell’intervista di Bertolucci, rilasciata nel corso di un evento organizzato dalla Cinematheque Française, e ben prima. Nel 2007 la stessa Schneider aveva dichiarato di non essere stata avvertita di quello che sarebbe accaduto sul set. Oggi quell’intervista è tornata in evidenza su Internet e ha scatenato le polemiche sui social. Bertolucci raccontava che l’idea della scena del burro era nata a lui e Brando la mattina a colazione, quando l’interprete di Fronte del porto spalmava del burro su una baguette. I due, sempre secondo quanto ha rivelato il regista, volevano che la reazione della Schneider fosse autentica.
Anche l’attrice, scomparsa nel 2011, aveva confessato in un’intervista al Daily Mail, di essersi sentita “umiliata e violentata”, sia da Brando, che all’epoca aveva 48 anni mentre lei ne aveva soltanto 19, sia da Bertolucci. “Dopo la scena – ha raccontato Schneider – Marlon mi ha consolata e mi ha chiesto scusa”. Bertolucci aveva raccontato che “l’idea di come girare questa scena è venuta a me e a Marlon Brando mentre stavamo facendo colazione seduti sulla moquette dell’appartamento parigino. A un certo punto lui ha cominciato a spalmare del burro su una baguette: subito ci siamo dati un’occhiata complice. Abbiamo deciso di non dire niente a Maria per avere una reazione più realistica”. In occasione della scomparsa di Maria Schneider, morta di cancro il 3 febbraio 2011 a soli 58 anni, Bertolucci affermò che “avrebbe voluto scusarsi”.Dopo il grande polverone sui social network il regista ha deciso quindi di tornare sull’argomento con una nuova precisione affidata alle agenzie di stampa: “Vorrei, per l’ultima volta, chiarire un ridicolo equivoco che continua a riportare ‘Ultimo Tango a Parigi’ sui giornali di tutto il mondo. Qualche anno fa, alla Cinematèque Française, qualcuno mi ha chiesto dettagli sulla famosa ‘scena del burro’. Io ho precisato, ma forse non sono stato chiaro, di avere deciso insieme a Marlon Brando di non informare Maria che avremmo usato del burro. Volevamo la sua reazione spontanea a quell’uso improprio. L’equivoco nasce qui. Qualcuno ha pensato, e pensa, che Maria non fosse stata informata della violenza su di lei. Falso! Maria sapeva tutto perché aveva letto la sceneggiatura, dove era tutto descritto. L’unica novità era l’idea del burro. È quello che, come ho saputo molti anni dopo, offese Maria, non la violenza che subisce nella scena e che era prevista nella sceneggiatura del film. È consolante e desolante che qualcuno sia ancora così naïf da credere che al cinema accada per davvero quello che si vede sullo schermo. Quelli che non sanno che al cinema il sesso viene (quasi) sempre simulato, probabilmente, ogni volta che John Wayne spara a un suo nemico, credono che quello muoia per davvero”.

Sorgente: ‘Ultimo tango a Parigi’, è di nuovo polemica per la scena del burro. Bertolucci risponde – Cinema – Spettacoli – Repubblica.it

Annunci