In the Footsteps of Marcel Proust – The New York Times

William Friedkin, il regista de L’esorcista e Il braccio violento della legge, scrive questo lungo e bellissimo articolo autobiografico per sottolineare il suo amore per Marcel Proust, divenuto vera e propria ossessione della sua vita dopo che sua moglie, Jeanne Moreau, lo aveva introdotto nel mondo proustiano attraverso le più belle pagine della “Recherche du temps perdu”, lette per lui in francese e in inglese. Quando il matrimonio si ruppe, la cosa più bella di Jeanne Moreau che gli rimase  fu appunto la passione per Proust, che lo indusse a mettersi ossessivamente sulle sue tracce.
L’articolo che segnaliamo ai nostri lettori è stato pubblicato su The New York Times Style Magazine e può essere letto  cliccando direttamente qui sotto sul titolo.

Annunci