Formare gli spettatori a un nuovo modo di raccontare: “Suburbia killer” (Sp. 2021)

La serie diretta da Oriol Paulo dal romanzo di Harlan Coben

Un nuovo modo di raccontare?

(antonia del sambro) Cari rivegaucherini, per parlarvi bene di questa serie dovrei omettere completamente la trama, perché la stessa non ha nessuna importanza se viene scomposta, sovrapposta, spezzata e ricomposta per tutti e gli otto episodi. La trama è un pretesto in Suburbia killer perché il vero scopo è formare gli spettatori a un nuovo modo di raccontare. Cioè educare gli spettatori a ragionare, riflettere, condividere, partecipare a qualcosa che va oltre la mera storia raccontata per immagini. Un lavoro chirurgico e sapiente di scrittura cinematografica che cerca di superare, riuscendoci tra l’altro benissimo, il concetto stesso di sceneggiatura classica.

L’ambizione: formare i nuovi spettatori

Ogni episodio è una storia a sé stante. Un racconto singolo e compiuto che da solo potrebbe essere considerato e trattato come un cortometraggio tipo. Solo alla fine di ogni episodio il regista e lo sceneggiatore fanno allontanare di qualche passo lo spettatore e gli permettono di guardare l’opera d’arte a distanza, così da fargli comprendere l’essenza del tutto e stimolarlo a continuare nella visione. Questa è la nuova frontiera del cinema. Qualcosa che in questo preciso momento storico e sociale si piò fare. L’ambizione è formare gli spettatori a un nuovo modo di raccontare. E se fatta bene, questa nuova sperimentazione funziona meravigliosamente.

Dal romanzo di Harlan Coben

Tutto parte dall’omonimo romanzo di Harlan Coben, lo stesso scrittore di Estate di morte e di The Stranger che dopo i successi editoriali dei suoi romanzi è stato letteralmente “reclutato” dalla piattaforma Netflix (Netflix Italia – Guarda serie TV online, Guarda film online) come sceneggiatore e produttore esecutivo di ben quattordici nuovi prodotti sviluppati dai suoi romanzi. Ovviamente, un vero e proprio colpaccio per la piattaforma on demand che si è cosi assicurata un pacchetto di film e serie che stanno riscuotendo un successo unanime e internazionale. Suburbia killer, in particolare, è la vera rivelazione della stagione televisiva di questa primavera, con la regia di Oriol Paulo e un cast di bravissimi e credibilissimi attori spagnoli.

La storia

E allora qualche accenno alla trama in sé bisogna pur farlo. In sintesi, è fondamentalmente la storia di Mateo Vidal che da studente si ritrova coinvolto una sera per caso in una rissa dove ci scappa il morto, viene condannato per omicidio colposo e incarcerato per qualche anno. Ma nel frattempo nella sua vita entra una giovane e affascinante donna, Olivia Castro. Lei è il deus ex machina dell’intera trama perché il suo passato oscuro, violento, pericoloso, ritorna a cercarla proprio quando la vita di lei e di Mateo sembra essersi risolta in un presente e in un futuro roseo. Tutto il resto è genio autoriale. Poetica registica. Modernità che gli spettatori 2.0 si meritano assolutamente. Buona visione rivegaucherini!

Website: https://tommasolagi.it