A poche ore dall’8° Firenze FilmCorti Festival. Scopriamo nuovi eventi

Viaggio dall’interno

A poche ore dall’inizio del Festival e dalla sua inaugurazione ufficiale, scopriamo che…

Nulla può essere più come prima

Si lavora per la riuscita di questa edizione del Firenze FilmCorti Festival, così nuova, così inevitabilmente diversa da tutte le precedenti. Perchè? Perchè la pandemia ha spaccato il tempo, il nostro tempo, e quello di tutti. in due parti. Nulla può essere più come prima. E questo è un dato incontestabile. Anche il Festival non può essere come quello degli anni scorsi.
Giovedì prossimi, alle 18:00, uno studioso di psicologia ci confermerà questa verità partendo dei sogni. Come sono i sogni nei tempi della pandemia e dopo di essa? Ce lo dirà lo psicologo Guanluca Ficca, attraverso studi e riflessioni scientifiche. L’evento si intitola “”Dormire e sognare tra le onde: come la pandemia ha trasformato la nostra vita onirica”

La parola a Gianluca Ficca

In attesa di vederlo, venerdì prossimo alle 18:00 al MAD, lo abbiamo sentito per telefono, in una sorta di anteprima del suo evento. Gli abbiamo chiesto: “Che significa sognare fra le onde?” Ci ha risposto: “Le onde fanno riferimento al fatto che abbiamo studiato i sogni e il sonno sia nella prima ondata del COVID nella primavera 2020 che nella seconda recrudescenza dell’inverno-primavera 2021. Il classico approccio psicoanalitico al sogno, che peraltro è stato un influsso straordinario per il cinema in tutta la sua storia , da Bunuel a Inception, da tempo è stato affiancato da un approccio “cognitivo” che ha dei risvolti estremamente affascinanti. “

La pandemia e i sogni.

“Per molti studiosi i sogni sono una sorta di “palestra” per il nostro cervello, che durante la notte fa delle operazioni mentali di formidabile efficacia, associa stimoli apparentemente distanti, trova il “succo del discorso”, dimentica le cose irrilevanti e rinforza quelle salienti eccetera…
Ecco dunque che, inevitabilmente, un momento emergenziale come quello della pandemia, tra l’altro del tutto nuovo e inconsueto per chiunque, era prevedibile avesse un forte impatto sui nostri sogni.”

Omaggio diffuso a Ennio Morricone

L’8° Firenze filmcorti Festival vorrà rendere omaggio ad Ennio Morricone e lo farà in maniera soffusa e diffusa. Il cinema, quell che noi amiamo, quello che pone problemi e lascia agl spettatori il compito di pensarci e di risolverli, deve molto a Ennio Morricone. Le sue note meravigliose scorreranno lungo gli eventi del Festival.

Il film di Giffoni

Un evento imperdibile è quello di sabato 25 alle ore 17:40, allorche arriverà al Fetsival il Fondatore e Durettore del “Giffoni”. Ci porterà in regalo l’ultima edizione del film sui 50 anni di Giffoni, nella sua veste breve di 25 minuti. Meno di mezz’ora essenziali per capire cosa è stato e cosa continua ad essere il Festival di Giffoni e perchè ha attratto e attrae tante grandi personalità del mondo dello spettacolo e delle Istituzioni. Vedremo le immagini di ragazzi palestinesi e israeliani che si abbracciano e giocano. Senza retorica! E Truffaut, Julianne Moore, Meryl Streep, fino a Giorbaciov e Papa Giovanni! E tanti, tanti altri in un abbraccio collettivo e senza tempo.