Due storie intrecciate in “Lo Stato in cui mi trovo” (Ger. 2000) di Christian Petzold. La grandezza di questo film sta nello scegliere il punto di vista della Germania di oggi, con le sue contraddizioni, ma anche con le sue intatte speranze delle quali la bella sequenza finale ne è una veramente efficace metafora.

La regista Helke Sander ci porta in un cantiere: “DAI RAPPORTI DI GUARDIE DI SICUREZZA & PATROL SERVICES N.1 (Ger. 1985). il messaggio dice: “Ultimo tentativo. Se non avremo un convenente luogo per vivere per questa sera, allora noi salteremo giù.”