Immigrazione e ricerca di nuove radici: “Lost, Lost, Lost” (Usa 1972) di Jonas Mekas. Nella prima parte Meks condivide il dramma della emigrazione con gl altri Lituani in esilio. Poi ricerca nuove radici, che scoprirà nel cinema dell’innovazione.

(marino demata) Ernest Hemingway non amava molto collaborare con i numerosi registi che girarono le trasposizioni cinematografiche dei […]

In attesa di ascoltare probabili discorsi contro la presidenza di Donald Trump nel corso della premiazione alla notte […]

Fahrenheit 451: Gli uomini-libro a volte ritornano (marino demata) “Firenze 30 settembre 2011 – Bellissima, toccante iniziativa davanti […]

Lo sceneggiatore più perseguitato di Hollywood     (marino demata) Una rapida apparizione per soli pochi giorni in […]

Umorismo e fine ironia sulla Hollywood anni ’50. (marino demata) Ci pensavano da tempo a girare un film […]

(marino demata) Ci sono eventi molto negativi ed anche interi periodi della Storia degli Stati Uniti d’America di […]

(marino demata)  Gli inizi degli anni ’50 furono uno dei periodi più bui della vita americana. Come è […]

(marino demata) Se la settimana scorsa, parlando di Martin Ritt, abbiamo necessariamente toccato il tema del triste periodo […]

(marino demata) La genesi e la storia del film Shadow iniziano nel 1957, allorche’ il giovane John Cassavetes […]