“Don’t cry, pretty girls” è una full immersion nella musica rock ungherese.
C’è una decisa contraddizione tra l’emancipazione musicale e anche di vita associata che caratterizza l’universo giovanile, e le usanze arretrate di una società ancora maledettamente conservatrice.

“Lo scafandro e la farfalla” (Fr, 2007) di Julian Schnabel . Dal romanzo autobiografico del giornalista francese Jean-Dominique Bauby, vittima di un improvviso ictus cerebrale. E’ la storia del risvegliodal coma e della volontà di comunicare.

“E’ insolito trovare un film così intelligente in inglese” (Roger Ebert) (marino demata) New York, 1990. Mark, (Stephen […]