Un fantastico restauro: “il giardini dei Finzi Contini” (It. 1970) di Vittorio De Sica. Ritorna, dopo oltre 50 anni, uno dei capolavori del cinema italiano. Dal romanzo, di Giorgio Bassani. Sullo sfondo, la tragedia collettiva dell’incombere della guerra e delle persecuzioni antisemite.

Viaggio nel cinema italiano: “Io la conoscevo bene” (1965) di A. Pietrangeli = La recensione