Il dolce femminismo di Marta Meszaros: “Adozione” (Hun. 1975)
La prima regista vincitrice dell’Orso d’Oro a Berlino. Storia di un desiderio di maternità e di un rapporto affettivo con una giovane ribelle.

Un fantastico restauro: “il giardini dei Finzi Contini” (It. 1970) di Vittorio De Sica. Ritorna, dopo oltre 50 anni, uno dei capolavori del cinema italiano. Dal romanzo, di Giorgio Bassani. Sullo sfondo, la tragedia collettiva dell’incombere della guerra e delle persecuzioni antisemite.

(marino demata) Dobbiamo ammetterlo francamente: quando l’altra sera abbiamo visto Fuocoammare e lo abbiamo eletto in cuor nostro […]

La vitalità del Nuovo Cinema Turco (marino demata) Nel 2010 il regista turco Semih Kaplanoglu ha realizzato BAL […]

(marino demata) Da una collaborazione tra il Centro studi America Latina, Rive Gauche-ArteCinema e Circolo vie Nuove, inizia […]

(paolo boschi – PEGASO, Dic. 2013) Il revival del caro vecchio Cineforum, questo sconosciuto. Cineforum… ma cos’è esattamente? […]

(marino demata & romano galligani) Michael Winterbottom e’ un talentuoso e prolifico regista inglese di cui abbiamo avuto […]