“Morte a Venezia” (It. 1971) di Luchino Visconti. Questa splendida recensione è il modo migliofre per celebrare i 50 anni dal capolavoro di Visconti, tratto dal romanzo breve di Thomas Mann e arricchito dalle musiche di Gustav Mahler. Qui, come sempre, Visconti è bravissimo nel descrivere i momenti di decadenza e cirisi di un’epoca in precedenza piena di splendore.

Ovvero Uno dei fantastici peggiori titoli dati in Italia ad un bellissimo film   (marino demata) Il film […]

(marino demata) A due anni esatti di distanza da “La grande bellezza” Sorrentino ci propone un film che […]

I riferimenti letterari, da Rocco Scotellaro a Thomas Mann, da Dostoevskij a Giovanni Testori: gli assi portanti del […]